Riserve Naturali e Parchi

Siete al confine tra realtà e sogni... a piedi, in barca, in bicicletta, in nuoto o in immersioni, la natura del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale non cesserà mai di stupire e di stupirvi...

Lasciatevi andare e godete di un contatto reale e incondizionato con la natura... dove le luci, i colori, i suoni e i profumi daranno suggerimenti diversi ad ogni visita.

La natura, da est ad ovest, da Erice a Mazara, dalle Isole Egadi alla Valle del Belice, ha donato a questa terra viste mozzafiato e paesaggi rurali che troverete quasi immutati nel tempo.

Riserve incontaminate, baie pittoresche, antiche vasche di sale, foreste, grotte, scogliere, tramonti indimenticabili.

È grazie alla gran parte degli uomini che abitano questa terra, al loro amore e al rispetto per questi luoghi se ancora abbiamo tutto questo. Un fascino che ha ispirato Goethe e Guy de Maupassant nei loro viaggi, e che, anche oggi, fa sognare milioni di viaggiatori.

La magia di questa terra catturerà ogni senso... ma non chiudete gli occhi, non c'è bisogno di immaginare, la magia è proprio davanti a voi.

Distretto turistico della Sicilia occidentale, terra di fascino e di emozioni.

Si tratta di una pozza stagionale di forma grossolanamente circolare, situata sul versante sud orientale di Monte Cofano. Ospita una ricca comunità di crostacei.
Immersa tra le acque cristalline delle Saline che fanno capo al territorio di Paceco, sorge la Torre di Nubia, risalente al 1620. Come tutte le torri di avvistamento che si possono scorgere, lungo i...
Il Lago Specchio di Venere di origine vulcanica situato nella parte nord di Pantelleria, rappresenta una vista splendida e contribuisce ad una vacanza all’insegna del benessere grazie alle sue...
Cavità costituita da una successione di pozzi
Il territorio di Petrosino, a vocazione prevalentemente agricola, è caratterizzato da coltivazioni a vigneti di uve grillo e catarratto, tipiche per la produzione del vino Marsala, che si estendono...
Grotta raggiungibile attraverso un sentiero che costeggia Monte Cofano, cosiddetta perché sovrasta la piccola cappella del Crocefisso, è formata da un corridoio ogivale che si allarga verso l’interno...

Pagine